music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Music and Words

 Here are the articles published in our blog Musica e Parole. By ticking the various years and months you can open the menu from which you can access all the resources available in the section. On the Historical Archive page you will also find this section plus some other resources and links to the site's contents

"Al Capone" conquista Parigi - Intervista a Roberto Alagna - a cura di Loredana Atzei

2023-03-17 18:54

Loredana Atzei

News, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, Recensioni, intervista,

"Al Capone" conquista Parigi - Intervista a Roberto Alagna - a cura di Loredana Atzei

Approfondimento di Loredana Atzei dedicato al musical Al Capone, evento musicale di successo che vede come interprete principale il tenore Roberto Alagna

 

 

 

.

 

 

 

 

 A distanza di un mese circa dalla Premiere ( qui la recensione del 28 Gennaio

https://www.musicainopera.com/blogmusica-e-parole/post/180241/al-capone:-da-re-dei-gangster-a-re-del-musical---di-loredana-atzei ) lo spettacolo di Al Capone si presenta ancora più efficace.

Frutto evidente di un lavoro continuo da parte di tutti gli artisti e dei tecnici per ottenere il miglior risultato possibile in un’opera che sembra rinnovarsi di serata in serata. 

 

La descrizione di ogni personaggio è meticolosa. Il corpo di ballo unisce abilità tecnica, eleganza e grandi doti recitative.
 

Lo spettacolo di Jean Felix Lalanne, con scene di Jean-Louis Grinda e i costumi di David Belugou, è un tripudio di colori e sequenze esteticamente appaganti curato fin nel minimo dettaglio.
 

Dalle fotografie in bianco e nero che campeggiano dalle pareti dello speak-easy di Lili (tra le quali mi è sembrato di riconoscere una foto di Caruso del 1917. Potrei sbagliare ma ci starebbe. Perché Al Capone amava la lirica.), al barattolo di caffè poggiato sullo scaffale nella bella ricostruzione dell’ ufficio di Eliot Ness, fino alla piccola fiaschetta di metallo che lo stesso Ness estrae dalla tasca per bere dell’Whisky.

Sono pochi infatti a sapere che il poliziotto a capo della squadra de “Les incorruptibles” beveva…probabilmente anche troppo. 

Dettagli che sono evidentemente frutto di una grande ricerca storica e una coerenza stilistica che non viene mai meno e che unisce in modo superbo la parte visiva a quella musicale. 

 

La sensazione per il pubblico è quella di assistere ad uno spettacolo sempre nuovo che ogni sera soddisfa tutte le più alte aspettative.

E’ una montagna russa di emozioni dove lo spettatore viene accompagnato nella Chicago del proibizionismo a rivivere momenti di gioia, di tristezza, d’amore.

E ogni volta si ammirano nuovi dettagli, nuove espressioni nei volti, e si familiarizza con gli interpreti di contorno arrivando a comprendere le capacità camaleontiche di ognuno. 
 

Rispetto alla prima del 28 gennaio sono tante le modifiche che hanno contribuito a rendere lo spettacolo più incisivo.

I movimenti più fluidi delle scene, alcune piccole variazioni nei brani, qualche aggiunta. 

Un grande lavoro di rifinitura che testimonia una voglia di ricercare ad ogni costo la perfezione. 
 

Durante la rappresentazione pomeridiana del 3 Marzo ho avuto la possibilità anche di apprezzare Bastien Jacquemart, cover di Bruno Pelletier nel ruolo di Eliot Ness.

L’artista conferisce al ruolo una presenza scenica notevole, un’interpretazione sentita e una voce calda e molto espressiva. 
 

Durante i saluti finali sul palco si respira un sano entusiasmo che contagia il pubblico. L’ultima scena è divertente, ricca di azione, goliardia e gesti atletici. 

Da un punto di vista della comunicazione questi due minuti costituiscono un vero colpo di genio perché sono catartici e mandano a casa il pubblico accompagnato dalla sensazione di aver assistito ad una festa.

Una festa alla quale non si vede l’ora di partecipare nuovamente rivivendo tutto dall’inizio. 
 

Consiglio di buttare un occhio sul fondo a sinistra verso il bancone del Bar.

Mentre in primo piano il corpo di ballo si esibisce sulle note di “Filles a voyou” Al Capone corteggia una delle ragazze finchè non se ne accorge la bella Lili: la reazione della donna è comprensibile e la scena è spassosa.

D’altra parte Capone era anche questo: Il miglior cliente di se stesso.
 

L’aggiunta più significativa è sicuramente il filmato proiettato durante il duetto tra Al Capone e Rita nel brano “La maschera” , che ci mostra lui che, di fronte ad uno specchio si spoglia dei vestiti eleganti, degli anelli, fino a cancellare, come per magia, i tagli dal suo viso. E’ una sequenza filmica perfetta con un uso sapiente delle inquadrature, compresa una trasfocatura di grande effetto e, da un punto di vista comunicativo, è emozionante e profonda e ci svela qualcosa di più su un personaggio complesso e difficile da decifrare. 


 

Proviamo allora a scoprire qualche cosa di più su Al Capone in una chiacchierata con Roberto Alagna nella pausa tra una rappresentazione e l’altra mentre veste ancora i panni del Re dei gangster.

Il suo sorriso è contagioso mentre ci alterniamo a snocciolare dettagli sulla vita di Al Capone e sulla Chicago degli anni ’30. 

Ma, se io ne so tanto di quell’epoca, lui ne sa molto di più e ha una visione più ampia e intima. 
 

Com’è il tuo Al Capone?
 

Ho voluto che fosse più umano di come viene raccontato di solito. E infatti alla fine penso di essere riuscito a renderlo anche simpatico. D’altra parte non sappiamo come era veramente.


 

Ho notato che nella sceneggiatura avete dato molto peso allo sfregio che ne segnava i lineamenti. 
 

Perché probabilmente lui aveva davvero questa maschera che era costretto a portare.

Hai visto?
 

Dice, sorridendo divertito, mentre mi indica con la mano la guancia sinistra con ancora il trucco di scena.
 

Abbiamo fatto i tagli uguali a come li aveva lui. Manca solo quello sul collo. Quello non lo abbiamo fatto. D’altra parte lui li nascondeva, si girava per non mostrarli.

Li odiava, non perché pensasse di essere brutto, ma perché gli ricordavano che Yale, l’uomo per il quale lavorava a quel tempo, lo aveva costretto a scusarsi con chi lo aveva sfregiato.

Ma Al Capone era molto di più di ciò che viene raccontato. Ad esempio pochi sanno che in carcere ha comprato un banjo e ha formato un gruppo musicale. Ha scritto una canzone per la mamma e per la moglie. Lei non poteva avere figli così hanno adottato un bambino e lui lo ha trattato sempre come figlio suo. Quando il padre è morto si è preso cura della mamma e di tutti i suoi fratelli e sorelle. Aveva anche un fratello poliziotto. Anche questo non lo sa nessuno.
 

Si vede durante tutto lo spettacolo che c’è dietro un gran lavoro di introspezione.
 

A me piace informarmi, capire, studiare. Io studio sempre.
 

Ad un occhio attento non sfugge che ci sono attori che interpretano diversi ruoli.
 

Si, sono dei trasformisti. Si cambiano velocemente dietro le scene e diventano un altro personaggio.
 

Come il ballerino che interpreta il timido e dimesso Contabile e, pochi minuti dopo, si atteggia da gradasso nei panni di un gangster nel bar di Lili.
 

Lui è straordinario. Ma lo sono tutti. Anche Tom Boissy, che interpreta mio fratello Frank, fa altri ruoli ed è irriconoscibile. 
 

L’ho notato. Interpreta lo strillone tra le altre cose.
 

Si, esatto. E’ bravissimo. Tutti lo sono. Anche le ragazze del corpo di ballo fanno diversi ruoli. Lisa Lanteri ad esempio è la cover per il ruolo della sorella di Al Capone, Rita. E io devo ammettere che mi sto divertendo molto. E’ come riprendere fiato. Mi ricarica di entusiasmo ed è utile. Mi riavvicina anche alla lirica.
 

C’è da dire che questo è un musical che non fa rimpiangere la grande opera. Perché è complesso, necessita di belle voci e tanto impegno, con dei ritmi frenetici. Non è facile.
 

Si, che poi questo non è nemmeno un musical. E’ qualcosa di nuovo a metà strada tra la commedia musicale e l’opera. Musicalmente la tessitura è molto alta, ci sono diversi salti di ottave e ad esempio il finale è tutto sul LA naturale. E poi è faticoso per le corde vocali alternare il canto al parlato.

Però mi sto divertendo molto e il rapporto che si è creato con tutti è fantastico. Il teatro è sempre pieno e il pubblico si diverte. E’ bello.
 

E’ davvero bello anche vedere realizzato un sogno nato circa tre anni fa, da un’idea di Jean-Felix Lalanne, in piena pandemia, quando tutte le nostre vite si erano fermate e persino sognare sembrava impossibile.
 

Lasciamo dunque che Roberto Alagna finisca di prepararsi per riprendere il suo posto sul palco de les Folies Bergère dove il grande successo di pubblico ha fatto si che lo spettacolo venisse prorogato. 
 

Possiamo quindi ritrovarlo in scena nei panni di Al Capone fino al 12 Maggio insieme ad Anggun nel ruolo di Lili, Bruno Pelletier e Bastien Jacquemart che si alternano nel ruolo di Eliot Ness, Tom Boissy che interpreta Frank Capone , Kaina Blada e Lisa Lanteri nel ruolo di Rita, a tutto l’ensemble coreografico e all’orchestra dal vivo diretta da Philippe Gouadin che si esibisce sul piano rialzato tra i grattacieli.

 

Il pubblico ha ancora molte recite per immergersi in questa atmosfera, frizzante e colorata, e continuare a sognare.

di Loredana Atzei

alcapone--filage1-(c)-lauragilli-254.jpeg
alcapone---filage2-(c)-lauragilli-345.jpeg
roberto-(c)-lauragilli---11.jpeg
blogmusica-e-parole

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco

Antonio Indaco

2024-02-10 00:02

La recensione del nostro corrispondente Antonio Indaco della prima rappresentazione assoluta dell'opera Justice di Para a Ginevra

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-02-02 03:46

La recensione di Gianluca Macovez dell'Anna Bolena al Verdi di Trieste

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-12-28 13:50

La nostra corrispondente Loredana Atzei ci parla del successo ottenuto dalla ripresa di Barbiere di Siviglia andata in scena al Teatro di Tempio Pausania

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)
News, Musicologia generale, Curiosità, musica, news,

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)

Admin

2023-12-23 14:04

I tradizionali auguri in musica del gruppo L'Opera Lirica dal Loggione & Musica in Opera. Buone feste a tutti!!!!

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien
News, Musicologia generale, Curiosità, news, concerto,

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien

Admin

2023-12-22 20:43

Concerto di San Silvestro al Teatro di Udine. Solista il soprano Yutong Shen.

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi
News, Musicologia generale, Teatro, Recensioni, opera, news, film,

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi

Fulvio Venturi

2023-12-22 20:25

Il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film, che è stato proiettato con successo in anteprima a Livorno. Ce ne parla Fulvio Venturi

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, concerto,

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2023-12-10 17:26

Bellissimo intimo concerto del grande soprano Natalie Dessay a Londra. Ce ne parla il nostro inviato Kevin De Sabbata

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche alla Fondazione Cerratelli
News, Curiosità, opera, news,

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche

Admin

2023-11-17 21:55

Premio Speciale al baritono Alessandro Luongo, riconoscimenti importanti anche per la Fondazione Cerratelli e allo storico Fulvio Venturi al 67° Premio Pisa

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, recensione,

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2023-11-04 02:55

I cento anni della nascita del grande soprano Victoria de los angeles celebrati al Teatro di Udine. Resoconto di Gianluca Macovez

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata

Admin

2023-10-21 02:52

Successo per il collaudato spettacolo che è stato riproposto alla ENO con alcuni particolari che rimandano all'attualità. Il nostro inviato Kevin De Sabbata

Infinito Specchio Strada spettacolo teatrale-musicale alla ricerca dell'IO interiore
Musicologia generale, Curiosità, Teatro, Recensioni, teatro, Curiosità,

Infinito Specchio Strada spettacolo teatrale-musicale alla ricerca dell'IO interiore

Admin

2023-10-17 00:33

Un bellissimo spettacolo teatrale-musicale è andato in scena all'Hospitale con grande successo di critica e di pubblico. Tra i protagonisti Gianluca Macovez

A Bolzano torna in scena lo spettacolo teatrale “Stai zitta!“
News, Curiosità, Teatro, news, teatro,

A Bolzano torna in scena lo spettacolo teatrale “Stai zitta!“

Elena Torre

2023-10-17 00:15

Stai zitta! spettacolo tratto da un libro di Michela Murgia torna in scena a Bolzano. Protagonista l'attrice toscana Teresa Cinque

Il Recital di Roberto Alagna a Saint Sulpice - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Il Recital di Roberto Alagna a Saint Sulpice - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-10-12 01:31

La nostra inviata Loredana Atzei ci racconta in questo articolo del bellissimo recital del tenore Roberto Alagna nella suggestiva chiesa di Saint Sulpice

A Radicondoli due giornate in ricordo del musicista Ernesto Becucci - di Loredana Atzei
News, Curiosità, Recensioni, news, recensione,

A Radicondoli due giornate in ricordo del musicista Ernesto Becucci - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-10-07 03:50

Loredana Atzei ci parla delle due giornate di settembre dedicate al musicista Ernesto Becucci svoltesi a Radicondoli. Buona lettura

Due giorni con VerdiBorghi: il concerto Songs and Dances nei teatri di Fauglia e Chianni
News, Curiosità, news, concerto,

Due giorni con VerdiBorghi: il concerto Songs and Dances nei teatri di Fauglia e Chianni

Admin

2023-09-15 00:41

Il Teatro di Pisa porta il concerto Songs and Dances nei due caratteristici borghi toscani della provincia di Pisa. Una collaborazione molto interessante

Due masterclass internazionali per il M° Massimo Iannone vocal coach
News, Curiosità, opera, news, comunicato stampa,

Due masterclass internazionali per il M° Massimo Iannone vocal coach

Admin

2023-09-02 14:20

Due importanti appuntamenti per uno dei più affermati e apprezzati vocal coach dell'ambiente lirico

Successo per Madama Butterfly all'Arena di Verona - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Successo per Madama Butterfly all'Arena di Verona - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-08-22 00:28

La recensione della nostra inviata Loredana Atzei di Madama Butterfly all'Arena di Verona. Buona lettura

Le Interviste del Loggione - Intervista al baritono Roberto Frontali
News, Storia della Lirica, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

Le Interviste del Loggione - Intervista al baritono Roberto Frontali

Admin

2023-08-21 23:57

Disponibile qui sul nostro sito la diretta streaming con il grande baritono Frontali. Buona visione

Sinfonia di
News, Curiosità, comunicato stampa, concerto,

Sinfonia di "Speranza e resilienza" al 3° memorial Michele Amoroso: un atto di solidarietà per l'oncologia p

Admin

2023-08-08 02:44

Importante evento in favore di una importante causa benefica che vedrà l'esecuzione di pietre miliari della musica romantica

Grande entusiasmo per la prima di Tosca all'Arena di Verona - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Grande entusiasmo per la prima di Tosca all'Arena di Verona - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-08-03 03:38

Una prima di grande successo all'Arena di Verona che ha visto come interpreti principali Aleksandra Kurzak, Roberto Alagna e Luca Salsi. Recensione di L. Atzei

Here are the articles published in our blog Musica e Parole. By ticking the various years and months you can open the menu from which you can access all the resources available in the section. On the Historical Archive page you will also find this section plus some other resources and links to the site's contents

The 10 most read articles

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder