music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Musica e Parole

 Parte centrale del nostro sito dove vengono pubblicati gli articoli e le interviste agli artisti, che vengono poi condivise sulla pagine del nostro gruppo Facebook, in modo da essere sempre disponibili per i nostri membri, sostenitori e appassionati del mondo della Lirica.

Il Rigoletto con l'ultima regia ideata da Zeffirelli al Teatro di Muscat in Oman e intervista a Daniele Cusari

2022-01-29 17:00

Loredana Atzei

News, Musicologia generale, Interviste, Curiosità, intervista, recensione,

Il Rigoletto con l'ultima regia ideata da Zeffirelli al Teatro di Muscat in Oman e intervista a Daniele Cusari - di Loredana Atzei

La recensione della nostra Loredana Atzei dello spettacolo andato in onda su Rai 5, con l'ultima regia del grande maestro Franco Zeffirelli

 

 

 

 

 

 

 

Il Rigoletto dall’Oman veduto in scena su RAI 5 il 28 Gennaio 2022 non è stato il successo che tutti aspettavamo, ma ha avuto anche aspetti molto positivi.

I toni entusiasti di molti articoli, e il grande battage pubblicitario sulla rete RAI dedicata alla cultura, avevano fatto ben sperare in un capolavoro memorabile.

Ma così non è stato nonostante le buone premesse.

Un cast con nomi eccellenti, l’allestimento di Franco Zeffirelli, le ricche scenografie di Carlo Centolavigna i bei costumi d’epoca disegnati da Maurizio Millenotti, l’uso accurato delle luci in scena, non sono stati sufficienti purtroppo a conquistare il pubblico televisivo.

 

Uno dei motivi è da ricercare nella ripresa audio.

Fino agli anni '90 la registrazione su nastro assicurava una buona fedeltà del suono, al giorno d’oggi le registrazioni in digitale, se non sono realizzate a regola d’arte, appiattiscono i suoni, riducono gli armonici e penalizzano soprattutto le voci potenti.

Tutto questo rende davvero difficile giudicare il livello vocale degli interpreti dalla poltrona di casa e bisogna essere ben consapevoli che in Teatro la resa è ben diversa. Si dice infatti sempre che uno spettacolo vada giudicato dal vivo, ma nella impossibilità comunque si possono apprezzare molti aspetti ed è giusto sottolinearli.

 

 

La regia televisiva firmata da Francesca Nesler ha seguito l’azione sul palco senza essere invadente e concedendo agli interpreti di sviluppare i personaggi. L’unico appunto che mi sento di fare è che la telecamera era sempre, e solo, puntata sulla scena dimenticando che parte dello spettacolo è il teatro e il suo pubblico, nonché la fossa orchestrale.

L’entrata in scena del Direttore, il saluto con il primo violino, la carrellata sui musicisti, i dettagli degli strumenti. Sono elementi che il pubblico televisivo vive come emozionanti perché lo catapultano nella recita. Così come un totale del teatro e del pubblico a fine recita diventa catartico e da il senso dell’Opera compiuta.

Elementi che qui mancano e che se non fosse stato per gli applausi, dopo le parti più famose dell’Opera, sarebbe sembrata una registrazione a porte chiuse, creando così per lo spettatore un clima freddo e diffidente.

 

Fatte queste premesse il risultato è stato un onesto spettacolo, piuttosto statico, che non ha toccato vette altissime ma dove ognuno ha cercato di dare il meglio nonostante le numerose difficoltà dovute sia al periodo storico attuale che non è tra i più felici, sia al trovare un punto d’incontro tra mondi diversi.

Non va dimenticato quindi che questo Rigoletto è frutto di una collaborazione tra la Fondazione Arena di Verona e la Royal Opera House Muscat ( con il suo Direttore Umberto Fanni), dove musicisti e maestranze di ambienti diversi si sono dovuti integrare e armonizzare. Il risultato è un frutto acerbo, forse, ma fa ben sperare nel futuro in un momento in cui la lirica (come tutte le arti e la cultura in generale) si trova in difficoltà.

 

Cercherò di esprimere un giudizio sugli interpreti nonostante il pessimo audio.

Giuliana Gianfaldoni ha interpretato una buona Gilda, buon controllo vocale, un bel fraseggio impreziosito da mezzevoci di grande suggestione, e con una buona recitazione. La migliore in scena insieme allo Sparafucile di Riccardo Zanellato con una presenza scenica importante e la voce piena, scura e cupa del sicario.

Il Monterone di Kristin Sigmundsson, nell'insieme, risulta convincente nel suo dolore di padre ferito e iroso.

Bene anche la Maddalena del mezzosoprano Russo Yulia Mazurova.

Dmitry Korchak purtroppo mi è parso sotto tono rispetto al suo solito. Un cantante che seguo con attenzione con una voce potente e disciplinata che qui non ha trovato qui modo di emergere. Non ha brillato nel primo atto, ma si è ripreso bene nel secondo per poi procedere per tutta la recita su un livello buono ma freddo, e con acuti non bellissimi.

C’è da dire che la Direzione Orchestrale del Maestro Jan Latham-Koenig ha messo a dura prova i cantanti con tempi frenetici e movimenti concitati, e ci sono stati alcuni momenti di vero scollamento tra Orchestra e Coro.

Ambrogio Maestri, chiamato a sostituire Leo Nucci, ricopre il ruolo di Rigoletto. La qualità vocale è indubbia ma penalizzata enormemente dai tempi velocissimi imposti dalla Direzione. Nel complesso però è stato difficile riconoscere in lui il buffone di corte, un ruolo che richiede un controllo totale del palco e una mimica del corpo e del volto che, dispiace dirlo, ma qui sono venute a mancare.

Completano il cast Agostina Smimmero nel ruolo di Giovanna, a cui bisogna riconoscere una buona aderenza al personaggio, Christian Peregrino nella parte di Marullo, Dave Monaco interpreta Borsa, Kurt Rydl è il Conte di Ceprano e Clarissa Leonardi è la Contessa sua moglie, infine Omar Kamata è l’usciere di corte e Barbara Massaro interpreta il paggio della Duchessa. 

Il Coro preparato dal maestro Vito Lombardi è composto da elementi dell’Arena di Verona e coristi del Teatro Omanita.

E proprio per sottolineare il clima di collaborazione, e approfittando della disponibilità del basso e artista del coro Daniele Cusari, mi sono permessa di fargli alcune domande e lasciare a lui le conclusioni relative a questa esperienza.

 

 

Grazie Daniele per essere qui a parlarci di questo spettacolo. Puntiamo subito i riflettori sul Coro, Da Verona all' Oman. Ci eri già stato?

 

Si. In Oman ero già andato nel dicembre 2011 con una produzione di Carmen organizzata dalla Verdi di Milano. Direttore Patrick Fournillier, Carmen - Julia Gertseva, Don José il compianto Marcello Giordani, Micaela - Carmela Remigio, Escamillo - Nicolas Cavallier. Regia - Gianni Quaranta

Fu la seconda Opera rappresenta nel nuovo Royal Opera House di Muscat in stagione ufficiale dopo la Turandot prodotta dall'Arena di Verona sempre con regia di Zeffirelli e alla quale non potei partecipare in quanto avevo appena cantato nella precedente trasferta a Tokio e per regolamento interno non potevo essere in organico.

Tornando alla mia prima esperienza Omanita ricordo Marcello Giordani estremamente disponibile a dare consigli ai più giovani. Organizzò audizioni e lezioni gratuite durante le giornate libere. Fu davvero sensibile e gentile. 

Il Maestro Fournillier si dimostrò invece molto distaccato e un po' snob, soprattutto con il Coro. È vero che i miei colleghi non fossero tutti professionisti,a differenza dell'Arena di Verona, però assunse un atteggiamento di sufficienza poco rispettoso.

La Remigio cantò splendidamente, con timbro pulito e morbido. 

Non ho ricordi sulla Carmen e su Escamillo.

 

Mi puoi raccontare qualcosa sul tuo stato d'animo alla partenza e emozioni all'arrivo?

 

Proprio in conseguenza della mia prima esperienza, quest'anno sono partito colmo di aspettative. Sotto tutti i punti di vista. Ambientale, musicale, sociale.

Sono state tutte ampiamente soddisfatte, e con gli interessi!!! 

Ho trovato una Muscat trasformata. Più ricca, pulita, vivibile. Lo era anche 10 anni fa' ma ora è davvero magnifica.

Gli Omaniti sono persone splendide. Aperte, moderate nella loro religione ibadita (terza corrente islamica molto più morbida rispetto ai sunniti e agli sciiti), socievoli, curiosi di imparare senza mai essere invadenti.

 

 

Il Teatro appare bellissimo sia all'esterno, con il suo aspetto orientaleggiante, sia all'interno dove il teatro classico si incontra con il gusto Arabo. Pare che ci siano aspetti anche molto moderni. Vuoi aggiungere qualcosa? Magari sull'acustica?

 

Hai colto esattamente lo spirito architettonico del Teatro. Come ho scritto in un post qualche giorno fa mentre ero ancora nel Golfo Persico, il Palazzo dipinge la cultura e l'intelligenza del Sultano Qabus, uomo straordinario e quasi venerato dagli Omaniti. Giustamente venerato oserei dire per tutto il bene che ha fatto per il suo popolo. Unisce la tradizione araba a quella occidentale senza cadere nel cattivo gusto come spesso capita, per esempio a Dubai.

L'acustica è buona, non perfetta. 

Un particolare interessante è la presenza di un organo maestoso (il secondo più grande al mondo) che con un sistema a scorrimento automatico può essere spostato dal fondo del palcoscenico fino alla sala principale in mezz'ora.

È un organo bellissimo! 

Qabus aveva studiato musica e, credo proprio organo.

 

 

Com'è stato per il coro di Verona interagire con i colleghi Omaniti?

 

Interagire con il Coro Omanita è stato uno degli aspetti più interessanti e appaganti.

È stato istituito non da molto. Il loro Maestro è un italiano, sardo (quindi penso tuo corregionale visto il tuo cognome...) Con cui ho parlato per telefono perché uno dei ragazzi ha voluto farmelo conoscere. 

Sono molto orgogliosi e si impegnano tantissimo, tranne nel rispettare gli orari di inizio prove 

Non hanno ancora un livello altissimo però se continuano così potranno senza dubbio portare avanti questo nuovo messaggio musicale nella loro cultura.

Abbiamo tutti stretto una cara amicizia e la sera finale si sono commossi e hanno voluto fare selfie con tutti noi.

Sono di famiglie vicine al sultano, sicuramente molto benestanti, ma non hanno mai avuto comportamenti altezzosi o saccenti, anzi, l'umiltà e la consapevolezza di appartenere a una cultura che è ancora distante dalla nostra musica li ha portati ad assumere atteggiamenti di sincera umiltà. 

Li ho apprezzati tantissimo. Sono uno dei ricordi che serberò con maggior felicità.

 

Il cast è pieno di nomi noti. Puoi raccontarci qualche momento della vita sul palco con  questi grandi artisti? 

 

Con il cast è stato un divertimento costante. Soprattutto con Kurt Rydl,  Ambrogio Maestri e Christian Peregrino. Battute a gogò, racconti di esperienze passate, sfottò reciproci. 

Sì è creata subito una atmosfera idilliaca. Nessun momento di tensione o malumore. Forse un pochino tesa la Gianfaldoni (devo dire un po' schizzinosa su tutto, albergo compreso che se lo è fatto cambiare sostenendo che il cibo facesse schifo, troppo speziato ecc. ecc. ecc. Comunque è vero che il nostro Hotel fosse migliore di quello dove era ospitata lei.

In generale comunque un clima disteso e fraterno. Il miglior modo per lavorare.

 

 

Conclusioni alla fine di questo percorso?

 

È stata una esperienza magnifica, gratificante e coinvolgente. Una delle più emozionanti della mia vita. Un mondo lontano ma allo stesso tempo vicino. Un connubio perfetto tra due culture separate da conflitti ideologici inutili che si sono unite in un abbraccio fraterno che la musica ha saldato con il suo linguaggio universale fatto di sentimenti, poesia, respiri di passioni connaturate con la natura vera dell'uomo, quel sentimento che da cacciatori/raccoglitori ci ha portato a esplorare il mondo con curiosità e desiderio di conoscenza, con abnegazione e rispetto, con saggezza e volontà. Chi lo deturpa non merita considerazione, chi lo ama percorre  la strada che i nostri antenati hanno imboccato. Su questa via siamo tutti solo e soltanto "Esseri Umani" e gli Omaniti stanno dimostrando di possedere il giusto spirito per attraversare insieme questo cammino.

 

Ringrazio loro e la Fondazione Arena per aver cresciuto il mio esperire.

 

di Loredana Atzei

blogmusica-e-parole

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa
News, Curiosità, Teatro, news, teatro, prosa,

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa

Admin

2024-04-12 03:41

Sabato 13 e domenica 14 in scena allo spazio Balabìott di Pisa la rilettura in prosa di Don Giovanni di Annalisa Pardi

Musicologia generale, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le Interviste del Loggione" 2024 - Intervista al M° Panico e al M° Samale - Serie "Musica contemporanea"

Admin

2024-04-11 23:32

L'intervista al M° Mariano Panico e al M° Nicola Samale per Le Interviste del Loggione 2024

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-04-03 23:46

La recensione di Kevin De Sabbata del bel concerto di Danielle De Niese alla Symphony Hall. Buona lettura

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-29 02:08

La recensione del Nabucco in scena al Teatro Verdi di Trieste. A cura di Gianluca Macovez

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024
News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, news, Curiosità,

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024

Admin

2024-03-27 03:16

Il consueto articolo pasquale per farvi gli auguri in musica, Buona Pasqua a tutti!

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il
News, Curiosità, opera, premio,

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il "Premio Donna è Lirica" 2024. Stasera la premiazione

Admin

2024-03-23 17:43

.    Edizione speciale del Premio Donna È 2024 a Casciana Terme; quest’anno l’ Associazione Idee in Movimento (tutta al femminile) compie 20 anni.Un p

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata
News, Curiosità, opera, news,

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-20 01:58

Il nostro corrispondente dall'Inghilterra Kevin De Sabbata ci invita ad assistere a un importante concerto del soprano Danielle de Niese vicino a Londra

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale
News, Curiosità, opera, lirica, concorso,

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale "Luigi Zanuccoli"

Admin

2024-03-18 12:13

Da alcuni giorni è possibile iscriversi al 21° concorso internazionale L. Zanuccoli. Presidente di giuria il baritono Bruno De Simone

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musica, musicologia,

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-16 18:51

Omaggio del nostro collaboratore Kevin De Sabbata a uno dei più grandi compositori del nostro tempo

Un'applauditissima
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Un'applauditissima "Ariadne auf Naxos" al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-03 01:31

Successo della Arianna a Nasso di Strauss presso il Teatro Verdi di Trieste - recensione di Gianluca Macovez

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco

Antonio Indaco

2024-02-09 23:02

La recensione del nostro corrispondente Antonio Indaco della prima rappresentazione assoluta dell'opera Justice di Para a Ginevra

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-02-02 02:46

La recensione di Gianluca Macovez dell'Anna Bolena al Verdi di Trieste

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-12-28 12:50

La nostra corrispondente Loredana Atzei ci parla del successo ottenuto dalla ripresa di Barbiere di Siviglia andata in scena al Teatro di Tempio Pausania

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)
News, Musicologia generale, Curiosità, musica, news,

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)

Admin

2023-12-23 13:04

I tradizionali auguri in musica del gruppo L'Opera Lirica dal Loggione & Musica in Opera. Buone feste a tutti!!!!

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien
News, Musicologia generale, Curiosità, news, concerto,

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien

Admin

2023-12-22 19:43

Concerto di San Silvestro al Teatro di Udine. Solista il soprano Yutong Shen.

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi
News, Musicologia generale, Teatro, Recensioni, opera, news, film,

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi

Fulvio Venturi

2023-12-22 19:25

Il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film, che è stato proiettato con successo in anteprima a Livorno. Ce ne parla Fulvio Venturi

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, concerto,

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2023-12-10 16:26

Bellissimo intimo concerto del grande soprano Natalie Dessay a Londra. Ce ne parla il nostro inviato Kevin De Sabbata

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche alla Fondazione Cerratelli
News, Curiosità, opera, news,

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche

Admin

2023-11-17 20:55

Premio Speciale al baritono Alessandro Luongo, riconoscimenti importanti anche per la Fondazione Cerratelli e allo storico Fulvio Venturi al 67° Premio Pisa

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, recensione,

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2023-11-04 01:55

I cento anni della nascita del grande soprano Victoria de los angeles celebrati al Teatro di Udine. Resoconto di Gianluca Macovez

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata

Admin

2023-10-21 01:52

Successo per il collaudato spettacolo che è stato riproposto alla ENO con alcuni particolari che rimandano all'attualità. Il nostro inviato Kevin De Sabbata

Ecco di seguito gli articoli pubblicati nel nostro blog Musica e Parole. Spuntando i vari anni e mesi potrete aprire il menù da cui poter accedere a tutte le risorse disponibili nella sezione. Sulla pagina Archivio storico inoltre troverete questa sezione più alcune altre risorse e link ai contenuti del sito

I 10 articoli più letti

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder