music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Musica e Parole

 Parte centrale del nostro sito dove vengono pubblicati gli articoli e le interviste agli artisti, che vengono poi condivise sulla pagine del nostro gruppo Facebook, in modo da essere sempre disponibili per i nostri membri, sostenitori e appassionati del mondo della Lirica.

Intervista al regista Andrea Cigni

2019-09-10 01:52

Admin

News, Interviste, Interviste artisti, musica, opera, intervista,

Intervista al regista Andrea Cigni

L’intervista di Alessandro Ceccarini al M°Andrea Cigni, importante regista che ha al suo attivo moltissimi spettacoli di successo in tutta Italia e all’estero.

news83-1581349607.pngnews84-1581349607.png

Abbiamo il piacere di pubblicare l’intervista esclusiva che il musicologo Alessandro Ceccarini ha rivolto al regista Andrea Cigni. Un interessantissimo approfondimento della vita e dell’arte di un brillante regista impegnato ormai da anni in produzioni prestigiose in Italia e all’estero. Segretario artistico della Stagione d’Opera del Teatro Grande di Brescia, Cigni è anche docente presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali "Claudio Monteverdi" di Cremona.Buona lettura a voi.AC
- Quali sono stati i suoi esordi? Sorvolando il periodo dell’infanzia, durante il quale avevo una mia piccola compagnia di teatro nel paese da cui provengo in Toscana, ho seguito la strada della Laurea a Bologna al DAMS. Affiancando a questo percorso una serie di esperienze da autodidatta per quanto riguarda la recitazione, l’espressività corporea, il mimo, la dizione. Il mondo della lirica l’ho conosciuto da piccolo con gli ascolti dei dischi e dei cd di Maria Callas (affiancandola a Pat Metheny - studiavo in modo amatoriale chitarra - risata - ) e dunque come mimo nelle opere anche per sostenermi gli studi. Da qui poi l’assistente alla regia, la direzione di scena in numerosi teatri e dunque i primi lavori firmati a partire dal 2006. Un percorso direi ricco, pieno di esperienze diversificate e molto formative. Tanta gavetta. Tanta. Ma anche la fortuna di aver conosciuto e lavorato davvero con grandi artisti ai quali ho "rubato" molto del mestiere. 
- Quale opera l’ha particolarmente ispirata? Sicuramente la prima fatta, con pochissimi mezzi, e che ancora è sulla copertina di un manuale di scenotecnica: Andromeda Liberata di Vivaldi. Ho sempre pensato ad un teatro capace di evocare, suggerire e poetizzare piuttosto che descrivere didascalicamente una situazione. E credo che Andromeda sia stato il punto di partenza, a cui sono seguiti allestimenti preziosi che hanno segnato il mio percorso. L’Orfeo di Monteverdi, La figlia del reggimento, La Traviata, Ernani, Tosca, Nabucco... fino all’ultimo Otello. 
 - E l’opera o meglio il sogno nel cassetto che vorrebbe mettere in scena? La Fanciulla del West di Puccini, Macbeth di Verdi, Il viaggio a Reims di Rossini che avrei dovuto fare a Pechino a novembre, ma anche un titolo belliniano per restare sui compositori italiani e Salomè di Strauss, Peter Grimes di Britten, pensando a compositori stranieri, mi affascinano molto. E infine, da buon livornese, Cavalleria Rusticana di Mascagni mi renderebbe felice. 
 - I contenuti di un’opera spesso vanno letti arrivando a una comprensione ampia del testo e del contesto storico in cui viene creata, la conoscenza dei caratteri e delle vite dei personaggi se realmente esistiti, come tradurre tutto questo in una nuova regia, quali strumenti un regista ha per rendere, pur rispettando l’equilibrio dei personaggi, più attuale lo svolgimento, lo sviluppo della trama? Innanzitutto credo che lo studio delle fonti e dei documenti legati a quel titolo sia fondamentale. La conoscenza di documenti anche marginalmente utili, spesso, in realtà può rappresentare un’importante fonte di ispirazione o addirittura la chiave di lettura generale di un’opera. La lettura del libretto unitamente all’ascolto della musica sono lo scoglio a cui attaccarsi quando si progetta un allestimento e si cercano idee. In teatro non si inventa nulla di nuovo. Lo si sa, tutto più o meno è stato detto e fatto, ma quando si crea qualcosa di originale non possiamo non mettere qualcosa di noi stessi, della nostra esperienza e della nostra cultura personale. L’ "attualità" o l’ "attualizzazione" di contenuti di un’opera lirica sono due cose diverse. L’opera può essere attuale senza essere attualizzata. E viceversa. Bisogna vedere piuttosto se il lavoro fatto dal regista, con la preziosa collaborazione ed empatia con scenografo, costumista e lighting designer, in realtà è coerente con quanto espresso e raccontato nell’opera stessa e nelle fonti da cui essa trae la propria drammaturgia e se oggetto di trasposizione temporale (anche attualizzata) questa può ’reggere’ o se invece diventa solo ’pretestuosa’ e in definitiva addirittura sbagliata nel trasmettere il messaggio che si desidera far arrivare allo spettatore. Il Teatro di per sé è spesso considerato un’arte effimera, in realtà non lo è per niente, è indispensabile e profondamente reale e duraturo: per questo secondo me lo spettatore si infervora nel giudizio, positivo o negativo che sia, dato al "teatro" stesso. Perché lo rappresenta. Gli equilibri sono molto delicati, così come i rapporti tra racconto, drammaturgia, interpretazione, musica. Per cui, operare scelte e prendere decisioni riguardo alla messinscena di un’opera è sempre un lavoro delicato e soggetto a numerose variabili, sia soggettive che oggettive. E dunque anche soggetto a critica e giudizio. Credo in definitiva si debba procedere sempre con umiltà nei confronti della musica, del libretto e delle fonti e a "servizio di", piuttosto che pensare di essere noi stessi i referenti di un lavoro. Ovviamente rispettando e portando avanti un proprio lavoro di elaborazione e di ideazione che sia il più possibile originale. Si consideri sempre che operiamo soprattutto sulla sensibilità, sui sentimenti, su ciò che in realtà compone la naturale essenza dell’essere umano. 
 - Cosa significa essere regista di un’opera lirica? Significa tenere in considerazione tutti gli elementi che compongono l’opera lirica stessa. La musica, il testo, l’azione. Avendo cura che questi tre linguaggi comunicativi procedano insieme nella costruzione di senso che l’opera e, più in generale il teatro, richiedono. Significa confrontarsi quotidianamente con ciò che c’è stato, con ciò che l’opera lirica rappresenta nella cultura nazionale ma più generale dell’umanità, e proiettarsi verso un "futuro" dell’opera affinché questa non rischi di cristallizzarsi in un museo dell’opera stessa e diventare così essa stessa autoreferenziale e dunque inutile allo spettatore perché incapace di raccontarlo nel suo quotidiano.
- Sui social, in particolare Facebook, ha tenuto banco una discussione relativa all’uso, nella sua regia dell’Otello di Verdi a Trapani, di figuranti nudi in una breve scena dell’opera e su un teaser apparso su internet. Non le sembra che spesso ci sia una specie di hobby "alla critica" e che il peccato veniale di un osservatore distratto possa troppo facilmente generare una serie di osservazioni negative piene di disinformazione? Se si riferisce agli hobbisti della critica... è pieno. E non entriamo nello specifico del significato di critica. Credo che per esprimere giudizi, che non siano esclusivamente personali ma desiderino assurgere al livello di universalità (mi permetta il gioco), si debbano avere competenza, cognizione di causa, rispetto (insieme ovviamente a delle proprie idee). Ovviamente essere critici qualificati e dunque distinguersi da un critico non qualificato diventa fondamentale. Come qualunque altro ordine professionale (avvocati, medici, architetti..) essere un giornalista-critico richiede un percorso di preparazione e dunque di legittimazione. Nel caso specifico di Otello i risultati apprezzati dal lavoro svolto e dunque le reazioni positive di chi ha assistito alla produzione sono la risposta alla sua domanda. Ovviamente rimane lecito anche il pensiero di coloro che non hanno apprezzato dopo aver visto la produzione, ma fermarsi a un teaser delle mie note di regia senza aver visto lo spettacolo è un po’ come sentenziare che un dolce è buono o cattivo solo dal suo aspetto, senza averlo assaggiato, ma avendone distaccatamente letto la ricetta e basta. Gli ingredienti possono dare un’idea ma non possono darti un parere esaustivo del prodotto finale. 
- Quali sono i suoi progetti futuri? A breve sarò a Zagabria per Madama Butterfly di Puccini, impegnato in una coproduzione con la Fondazione Arena di Verona. Col nuovo anno una nuova produzione di Nabucco al Teatro Regio di Torino in coproduzione con altri prestigiosi teatri italiani e stranieri.
Ringrazio Andrea Cigni per la sua disponibilità e per la squisita cordialità con cui mi ha accordato questa intervista, colgo l’occasione per formulare i miei migliori auguri e di tutto il gruppo amministratori per i suoi prossimi impegni,Alessandro Ceccarini

news83-1581349607.pngnews84-1581349607.png
blogmusica-e-parole

Note Domenicali n° 7 (02/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, note domenicali,

Note Domenicali n° 7 (02/10) - "A Cristina Deutekom, a. C.D. e p. C.D." di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-02 23:39

L'appuntamento di Note Domenicali di Gianluca Macovez di questa settimana è dedicato alla figura del soprano Cristina Deutekom

La rara Messa di Pacini in memoria di Vincenzo Bellini a Catania il 1 ottobre 2022
News, Musicologia generale, Curiosità, opera, news,

La rara Messa di Pacini in memoria di Vincenzo Bellini a Catania il 1 ottobre 2022

Admin

2022-10-01 03:23

Domani sabato 1 ottobre a Catania verrà eseguita la rara Messa da Requiem che Giovanni Pacini scrisse per la traslazione della salma di Bellini

Anteprima del nuovo disco di arie d'opera del tenore Amadi Lagha
News, Musicologia generale, Interviste, Curiosità, opera,

Anteprima del nuovo disco di arie d'opera del tenore Amadi Lagha

Admin

2022-09-28 20:42

Dal 3 ottobre disponibile sul web l'aria "Nessun dorma" come anteprima del nuovo disco del tenore Amadi Lagha

Intervista al soprano Francesca Pedaci - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, lirica, intervista,

Intervista al soprano Francesca Pedaci - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-09-27 02:56

Una bella intervista di Loredana Atzei in cui il soprano e insegnante di successo Francesca Pedaci si racconta ai lettori di Musicainiopera

Note Domenicali n° 6 (25/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Note Domenicali n° 6 (25/09) - "Un soffio è la mia voce... anche meno" di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-25 23:30

Gianluca Macovez in questa puntata di Note Domenicali ci parla di aspetti legati alle carriere di alcuni grandi cantanti

Presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 22-23 della Fondazione Teatro Verdi di Trieste
News, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 22-23 della Fondazione Teatro Verdi di Trieste

Gianluca Macovez

2022-09-22 00:11

La presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 2022 2023 della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

Note Domenicali n°5 (18/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, Teatro, opera, lirica, teatro,

Note Domenicali n°5 (18/09) - "Animali del palcoscenico, ossia i campioni di personalità" di Gianluca Macove

Gianluca Macovez

2022-09-18 02:31

In Note Domenicali questa settimana Gianluca Macovez si occupa di figure emblematiche del Teatro e della Lirica, parlando del loro innato straordinario carisma

Prorogate fino al 25 settembre le iscrizioni al 10° Premio Internazionale di canto lirico Fausto Ricci di Viterbo
News, Curiosità, opera, concorso,

Prorogate fino al 25 settembre le iscrizioni al 10° Premio Internazionale di canto lirico Fausto Ricci di Vit

Admin

2022-09-17 03:18

Raina Kabaivanska annunciata Presidente di Giuria alla 10ª Edizione del Concorso lirico Fausto Ricci di Viterbo (Teatro dell'Unione dal 10 al 16 ottobre 2022)

L'attore Federico Barsanti ospite questa sera al Festival “A veglia” di Manciano (Gr)
News, Curiosità, Teatro, teatro, comunicato stampa,

L'attore Federico Barsanti ospite questa sera al Festival “A veglia” di Manciano (Gr)

Admin

2022-09-17 03:09

L’attore versiliese Federico Barsanti sarà ospite stasera alle ore 21,30 con lo spettacolo Signora Porzia della XVI edizione del Festival "A Veglia" di Manciano

Note Domenicali n°4 (11/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, ricordi,

Note Domenicali n°4 (11/09) - "L'Urlo edificatore, una bella Gioconda areniana" - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-11 03:33

L'appuntamento domenicale con le memorie di Gianluca Macovez ci porta alla scoperta di Hana Janku e Cornell Mac Neil, ricordando una bella Gioconda areniana

Note Domenicali n°3 (04/09) - Alziamo le mani, il mio incontro con Del Monaco - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità,

Note Domenicali n°3 (04/09) - Alziamo le mani, il mio incontro con Del Monaco - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-04 14:08

Il terzo appuntamento con Note Domenicali, la rubrica di successo di Gianluca Macovez dedicata ai suoi ricordi teatrali

Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le interviste del Loggione" - Intervista al soprano Carmen Lavani - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-31 18:01

La bellissima intervista di Gianluca Macovez al soprano Carmen Lavani per "Le Interviste del Loggione". Buona lettura

Recensione su La Creazione di Haydn ad Amsterdam - di Kevin De Sabbata
News, Musicologia generale, Recensioni,

Recensione su La Creazione di Haydn ad Amsterdam - di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2022-08-30 19:52

La recensione del nostro collaboratore Kevin De Sabbata da Amsterdam . Buona lettura

Note domenicali n° 2 (28-08)
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, verdi,

Note domenicali n° 2 (28-08) "Nabucco all'Arena, un esordio da coprotagonista" - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-28 00:01

Il racconto curioso e divertente di una serata all'Arena dalla penna di Gianluca Macovez per il secondo appuntamento con la rubrica Note Domenicali

Debutta al 36° Todi Festival lo spettacolo
News, Curiosità, Teatro, teatro,

Debutta al 36° Todi Festival lo spettacolo "Il corpo della donna come campo di battaglia" - di Elena Torre

Elena Torre

2022-08-25 13:35

Debutta al Festival di Todi lo spettacolo "Il corpo della donna come campo di battaglia" con Maria Bargilli e Annalisa Canfora, regia di Alessio Pizzech

Note Domenicali n°1 (21-08) - La Carmen all'Arena nel 1970 e un ricordo di Franco Corelli - di G. Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musicologia, opera,

Note Domenicali n°1 (21-08) - La Carmen all'Arena nel 1970 e un ricordo di Franco Corelli - di G. Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-21 03:12

La prima puntata della nuova rubrica di Gianluca Macovez è dedicata al ricordo di una straordinaria Carmen del 1970 all'Arena e al grande tenore Franco Corelli

Intervista al regista Salvo Piro e al direttore artistico del Luglio Musicale Trapanese Walter Roccaro - di Loredana Atzei
News, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

Intervista al regista Salvo Piro e al direttore artistico del Luglio Musicale Trapanese Walter Roccaro - di Lo

Loredana Atzei

2022-08-19 20:02

Una doppia intervista che la nostra inviata a Trapani Loredana Atzei ha potuto effettuare in occasione della Traviata andata in scena pochi giorni fa

Tosca, una preziosa analisi di Guido Paduano (ritrovata in archivio)
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musicologia, opera, puccini,

Tosca, una preziosa analisi di Guido Paduano (ritrovata in archivio)

Admin

2022-08-13 02:11

Delle riflessioni su Tosca di Guido Paduano raccolte in un articolo non più disponibile su internet ma che ho recuperato fortunosamente nel mio archivio

Carmen all'Arena di Verona (recita del 31/07/22) - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Curiosità, opera, recensione,

Carmen all'Arena di Verona (recita del 31/07/22) - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-08-03 00:23

La nostra inviata Loredana Atzei è tornata a vedere all'Arena la Carmen il 31 luglio scorso. Questa la sua recensione

Pagine mascagnane - invito all'ascolto
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Pagine mascagnane - invito all'ascolto

Admin

2022-08-02 20:24

Un omaggio a Pietro Mascagni nella ricorrenza della sua morte

Ecco di seguito gli articoli pubblicati nel nostro blog Musica e Parole. Spuntando i vari anni e mesi potrete aprire il menù da cui poter accedere a tutte le risorse disponibili nella sezione. Sulla pagina Archivio storico inoltre troverete questa sezione più alcune altre risorse e link ai contenuti del sito

I 10 articoli più letti

Come creare un sito web con Flazio