music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Musica e Parole

 Parte centrale del nostro sito dove vengono pubblicati gli articoli e le interviste agli artisti, che vengono poi condivise sulla pagine del nostro gruppo Facebook, in modo da essere sempre disponibili per i nostri membri, sostenitori e appassionati del mondo della Lirica.

Pagine Pucciniane - Puccini e "sòrCioni"

2020-07-04 18:32

Admin

Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musica, opera, puccini,

Pagine Pucciniane - Puccini e "sòrCioni"

Puccini e l'amicizia con il baritono Cesare Cioni, detto "SòrCioni"

 

 

 

 

 

Mi sono imbattuto, mentre scorrevo il bel libro documentativo di Gino dell'Ira "Il firmamento lirico pisano", in una figura poco nota dell'universo pucciniano, un esecutore che ha avuto una certa carriera, specie in provincia, amico e sodale del grande compositore.

Si tratta del baritono Cesare Cioni, nato a Pisa l'8 marzo 1859 e morto sempre nella città della torre pendente nell'agosto del 1901.

Non si conosce molto del privato di Cioni, però si sa che ha avuto due figli che hanno intrapreso poi la carriera a loro volta di cantanti lirici: Primetta, ottimo soprano attiva soprattuto dal 1905 al 1920, e Giuseppe, tenore di buone speranze, purtroppo contrastato dalle vicende belliche prima e dalla crisi economica poi (in particolare cantò dal 1918 al 1920).

L'amicizia con Puccini era stigmatizzata da un nomignolo che il grande compositore aveva affibbiato al povero baritono, e cioè "SòrCioni" da "Sòr" (signor) Cioni, alludendo al termine comune dei topi ovvero "sorci".

Il SorCioni era bravo, si è espresso molto anche all'estero, un degno appartenente a quella progenia prolifica di baritono pisani che ancora non si estingue, una tradizione a cui ha saputo dare lustro, in anni non certo facili e in cui troneggiavano monumenti del belcanto.

Proprio Titta Ruffo usa ne "La mia parabola" parole affettuose nei confronti di Cioni, e parlando di colleghi baritono pisani "Effettivamente alla fine del secolo Pisa si era fatta una giustificata fama di fucina di baritoni... [ ] Alla generazione successiva [a Emilio Barbieri] appartengono invece il baritono Cesare Cioni - attivo nella buona provincia italiana e nei teatri secondari delle grandi città - e [ ] il basso (non baritono) Giovanni Gasperini."

Il fatto che lo abbia menzionato è già un segno di considerazione, in quanto artisti lirici pisani attivi al tempo ce n'erano altri e tutti ben impegnati in carriere nazionali. Risulta di Cioni che era un buon professionista, dato che Puccini stesso lo segnalò per una Bohème a Giulio Ricordi, il quale rispose *:

 

"

25/11/1895

Maestro Puccini

Torre del Lago

propongomi Cioni per Napoli avendo sua lettera che dichiaragli felicissimo intepreti Boheme. Favorisca telegrafarmi se devo approvarlo. Comunque crederei migliore per Schaunard che non Marcello. Speravo ricevere razione partitura. Cordiali saluti.

Ricordi"

* (biglietto autorgrafo conservato nell'Archivio Ricordi) digitalarchivioricordi.com

 

Cesare Cioni risulta aver debuttato al Teatro Teatro Principe Amedeo di Sanremo nel dicembre 1890 nel ruolo di Nevers degli Ugonotti di Meyerbeer, proseguendo con le partecipazioni nella stagione lirica dello stesso teatro anche a gennaio 1891, interpretando Don Carlo nella Forza del destino e Valentino nel Faust di Gounod. Sempre nello stesso anno, in agosto, è stato Frank nell'Edgar di Puccini al Teatro del Giglio di Lucca (alla presenza dell'autore).

In merito all'Edgar traggo dal libro "Puccini al Giglio" di Emiliano Sarti un interessante articolo di giornale sulla rappresentazione dell'opera a Lucca del periodico lucchese "Il Fulmine Secondo" del 23 agosto 1891:

 

"Puccini assiste alle prove e si dice soddisfatto. Il compositore si sottopone al verdetto del pubblico lucchese, notoriamente esigente. Da qualche giorno abbiamo tra noi il nostro bravo Maestro Giacomo Puccini che assiste alle prove del suo Edgar. Dicesi sia rimasto molto contento, e non può fare a meno, quando a Direttore d'orchestra ci ha un Vittorio Vanzo, e a maestro istruttore dei cori il conosciutissimo Eraclio Gerbella. L'opera poi sarà fuori rappresentata da celebri artisti come Eugenio Durot, Pio Marini, Cesare Cioni, Luisa Gilboni e Emma Zilli. [ ]"

L'opera andò in scena al Giglio per 12 serate (numeri molto lontani dalle produzioni odierne!), la prima andò in scena il 5 settembre. Sempre dal bel libro di Sarti riporto un altro articolo di giornale di commento alla premiere dell'Edgar a Lucca:

 

"9 settembre - Sabato sera, al Teatro Comunale andò in iscena l'Opera Edgar, del nostro concittadino Maestro Giacomo Puccini, nome carissimo dell'arte italiana. Il teatro era affollatissimo. Nei palchi notammo la principessa di Caputa, il Prefetto, il Comm. Giulio Ricordi, la celeberrima prima donna Sig. Pasqua, le artiste sorelle Ravogli, il celebre Maestro Leopoldo Mugnone, il Maestro Soffredini, critico della Gazzetta Musicale di Milano, il Maestro Guastaldon (Gastaldon). Il successo fu del più schietto entusiasmo, ed il Maestro Puccini ebbe circa quaranta chiamate. Gli artisti cantarono meravigliosamente [ ] Grandi e fragorosi applausi dal principio alla fine del grandissimo spettacolo."

L'articolo prosegue, lodando ancora gli artisti e in particolare le ottime qualità vocali del tenore Durot (Edgar) e del baritono Cioni (Frank).

 

Edgar fu il primo titolo di Puccini presentato nel teatro della sua città, un insuccesso sarebbe stato fatale. Quindi si affidò con tutta la sua forza alla preparazione attenta dello spettacolo e alla scelta di elementi affidabili, con caratteristiche eccellenti. Nel cast il suo amico sòrCioni quindi ci stava proprio bene.

Da segnalare la presenza alla rappresentazione di un altro intimo amico del Cioni che era il grande Maestro Mugnone, insigne direttore d'orchestra e insegnante di canto.

 

Cioni fu protagonista a Lucca nel 1893 di Lescaut nella Manon Lescaut, che, anch'essa con successo, andò in scena in settembre (le prove partirono dal 23 agosto). La genesi di questa Manon fu un po burrascosa perchè erano mancati i fondi per realizzare la stagione, ma grazie a una sottoscrizione pubblica l'opera potette andare regolarmente in scena ed ottenne un notevole successo.

Sempre nel ruolo di Lescaut, nello stesso anno, Cioni cantò al Teatro Filarmonico di Verona nel dicembre, al Teatro Verdi di Padova nel febbraio 1894, al Teatro Malibran di Venezia nel luglio dello stesso anno (dove in agosto prese parte nel ruolo di Peppe alla Maruzza di Flioridia).

Dal 1895 al 1900 le sue scritture avvennero prevalentemente in teatri esteri anche prestigiosi come il Teatro dell'Opera di Buenos Aires, Liceu di Barcellona (primo baritono per tutta la stagione del 1898 interpetando Valentino nel Faust, Rigoletto, Tetralmondo nel Lohengrin, Enrico nella Lucia, Tonio nei Pagliacci).

Significativa la sua partecipazione nel 1898 nell'Ernani come Don Carlo al Teatro Baldwin (chiamato "Bolvisi") a San Francisco, dove i toscani emigrati residenti nella grande città californiana donarono al cantante pisano moltissimi presenti.

Si conclude la sua carriera artistica a Città del Messico, presso il Teatro Rinascimento nel settembre 1900, dopo essere andato a cantare ad Odessa Boheme (Marcello), Cavalleria Rusticana e La Traviata. 

Non si conoscono le ragioni della sua morte, certo che la sua dipartita è avvenuta, prematura, a soli 42 anni.

 

Note artistiche sui figli del "SòrCioni"

 

Giuseppe Cioni, tenore, nacque a Pisa il 12 settembre 1880 e morì sempre a Pisa il 14 luglio 1943. Di lui si sa che debuttò Tosca nel teatro della sua città, al Verdi di Pisa (credo in una delle recite del 1919, dato che furono 10, anche se il suo nome non risulta in elenco).

 

Primetta Cioni, soprano, nacque a Pisa il 15 ottobre 1893 e morì a Genova il 25 maggio 1970. Studiò al Liceo Musicale di Milano, e si perfezionò nel canto con il M° Achille Corrado. Debuttò il 16 gennaio 1905 in Lucia di Lammermoor, opera che rimase stabilmente nel suo repertorio. La sua voce, come risulta dalle cronache del tempo, risultava molto fresca, cristallina, intonatissima, capace di modulare con insinuante maliardia. 

Cantò spesso al Teatro Politeama di Savona (nel 1909, nel 1910 e 1914), a Pisa al Teatro Verdi fece una ottima Gilda in Rigoletto nel gennaio del 1911, per poi recarsi nello stesso anno in Argentina a Buenos Aires dove al Teatro Politeama Argentino fu Violetta in Traviata, Margherita nel Faust di Gounod, Manon nella Manon di Massenet, Micaela nella Carmen e Nedda nei Pagliacci. Tornò in Sud America nel 1913 dove risulta che in maggio al Teatro Colon di Mar del Plata è stata Gilda nel Rigoletto.

Con il matrimonio il suo impegno artistico è andato sempre scemando, e abbandonò le scene per dedicarsi alla famiglia, con la quale si trasferì a Genova.

 

di Alessandro Ceccarini, adm

 

 

giuseppecioni-1593885409.jpgprimettacioni-1593885427.jpg

Giuseppe Cioni e Primetta Cioni.

blogmusica-e-parole

Note Domenicali n° 7 (02/10) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, note domenicali,

Note Domenicali n° 7 (02/10) - "A Cristina Deutekom, a. C.D. e p. C.D." di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-10-02 23:39

L'appuntamento di Note Domenicali di Gianluca Macovez di questa settimana è dedicato alla figura del soprano Cristina Deutekom

La rara Messa di Pacini in memoria di Vincenzo Bellini a Catania il 1 ottobre 2022
News, Musicologia generale, Curiosità, opera, news,

La rara Messa di Pacini in memoria di Vincenzo Bellini a Catania il 1 ottobre 2022

Admin

2022-10-01 03:23

Domani sabato 1 ottobre a Catania verrà eseguita la rara Messa da Requiem che Giovanni Pacini scrisse per la traslazione della salma di Bellini

Anteprima del nuovo disco di arie d'opera del tenore Amadi Lagha
News, Musicologia generale, Interviste, Curiosità, opera,

Anteprima del nuovo disco di arie d'opera del tenore Amadi Lagha

Admin

2022-09-28 20:42

Dal 3 ottobre disponibile sul web l'aria "Nessun dorma" come anteprima del nuovo disco del tenore Amadi Lagha

Intervista al soprano Francesca Pedaci - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, lirica, intervista,

Intervista al soprano Francesca Pedaci - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-09-27 02:56

Una bella intervista di Loredana Atzei in cui il soprano e insegnante di successo Francesca Pedaci si racconta ai lettori di Musicainiopera

Note Domenicali n° 6 (25/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Note Domenicali n° 6 (25/09) - "Un soffio è la mia voce... anche meno" di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-25 23:30

Gianluca Macovez in questa puntata di Note Domenicali ci parla di aspetti legati alle carriere di alcuni grandi cantanti

Presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 22-23 della Fondazione Teatro Verdi di Trieste
News, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 22-23 della Fondazione Teatro Verdi di Trieste

Gianluca Macovez

2022-09-22 00:11

La presentazione della Stagione di Lirica e Balletto 2022 2023 della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

Note Domenicali n°5 (18/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, Teatro, opera, lirica, teatro,

Note Domenicali n°5 (18/09) - "Animali del palcoscenico, ossia i campioni di personalità" di Gianluca Macove

Gianluca Macovez

2022-09-18 02:31

In Note Domenicali questa settimana Gianluca Macovez si occupa di figure emblematiche del Teatro e della Lirica, parlando del loro innato straordinario carisma

Prorogate fino al 25 settembre le iscrizioni al 10° Premio Internazionale di canto lirico Fausto Ricci di Viterbo
News, Curiosità, opera, concorso,

Prorogate fino al 25 settembre le iscrizioni al 10° Premio Internazionale di canto lirico Fausto Ricci di Vit

Admin

2022-09-17 03:18

Raina Kabaivanska annunciata Presidente di Giuria alla 10ª Edizione del Concorso lirico Fausto Ricci di Viterbo (Teatro dell'Unione dal 10 al 16 ottobre 2022)

L'attore Federico Barsanti ospite questa sera al Festival “A veglia” di Manciano (Gr)
News, Curiosità, Teatro, teatro, comunicato stampa,

L'attore Federico Barsanti ospite questa sera al Festival “A veglia” di Manciano (Gr)

Admin

2022-09-17 03:09

L’attore versiliese Federico Barsanti sarà ospite stasera alle ore 21,30 con lo spettacolo Signora Porzia della XVI edizione del Festival "A Veglia" di Manciano

Note Domenicali n°4 (11/09) -
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, ricordi,

Note Domenicali n°4 (11/09) - "L'Urlo edificatore, una bella Gioconda areniana" - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-11 03:33

L'appuntamento domenicale con le memorie di Gianluca Macovez ci porta alla scoperta di Hana Janku e Cornell Mac Neil, ricordando una bella Gioconda areniana

Note Domenicali n°3 (04/09) - Alziamo le mani, il mio incontro con Del Monaco - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità,

Note Domenicali n°3 (04/09) - Alziamo le mani, il mio incontro con Del Monaco - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-09-04 14:08

Il terzo appuntamento con Note Domenicali, la rubrica di successo di Gianluca Macovez dedicata ai suoi ricordi teatrali

Musicologia generale, Storia della Lirica, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le interviste del Loggione" - Intervista al soprano Carmen Lavani - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-31 18:01

La bellissima intervista di Gianluca Macovez al soprano Carmen Lavani per "Le Interviste del Loggione". Buona lettura

Recensione su La Creazione di Haydn ad Amsterdam - di Kevin De Sabbata
News, Musicologia generale, Recensioni,

Recensione su La Creazione di Haydn ad Amsterdam - di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2022-08-30 19:52

La recensione del nostro collaboratore Kevin De Sabbata da Amsterdam . Buona lettura

Note domenicali n° 2 (28-08)
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, verdi,

Note domenicali n° 2 (28-08) "Nabucco all'Arena, un esordio da coprotagonista" - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-28 00:01

Il racconto curioso e divertente di una serata all'Arena dalla penna di Gianluca Macovez per il secondo appuntamento con la rubrica Note Domenicali

Debutta al 36° Todi Festival lo spettacolo
News, Curiosità, Teatro, teatro,

Debutta al 36° Todi Festival lo spettacolo "Il corpo della donna come campo di battaglia" - di Elena Torre

Elena Torre

2022-08-25 13:35

Debutta al Festival di Todi lo spettacolo "Il corpo della donna come campo di battaglia" con Maria Bargilli e Annalisa Canfora, regia di Alessio Pizzech

Note Domenicali n°1 (21-08) - La Carmen all'Arena nel 1970 e un ricordo di Franco Corelli - di G. Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musicologia, opera,

Note Domenicali n°1 (21-08) - La Carmen all'Arena nel 1970 e un ricordo di Franco Corelli - di G. Macovez

Gianluca Macovez

2022-08-21 03:12

La prima puntata della nuova rubrica di Gianluca Macovez è dedicata al ricordo di una straordinaria Carmen del 1970 all'Arena e al grande tenore Franco Corelli

Intervista al regista Salvo Piro e al direttore artistico del Luglio Musicale Trapanese Walter Roccaro - di Loredana Atzei
News, Interviste, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

Intervista al regista Salvo Piro e al direttore artistico del Luglio Musicale Trapanese Walter Roccaro - di Lo

Loredana Atzei

2022-08-19 20:02

Una doppia intervista che la nostra inviata a Trapani Loredana Atzei ha potuto effettuare in occasione della Traviata andata in scena pochi giorni fa

Tosca, una preziosa analisi di Guido Paduano (ritrovata in archivio)
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musicologia, opera, puccini,

Tosca, una preziosa analisi di Guido Paduano (ritrovata in archivio)

Admin

2022-08-13 02:11

Delle riflessioni su Tosca di Guido Paduano raccolte in un articolo non più disponibile su internet ma che ho recuperato fortunosamente nel mio archivio

Carmen all'Arena di Verona (recita del 31/07/22) - di Loredana Atzei
News, Musicologia generale, Curiosità, opera, recensione,

Carmen all'Arena di Verona (recita del 31/07/22) - di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2022-08-03 00:23

La nostra inviata Loredana Atzei è tornata a vedere all'Arena la Carmen il 31 luglio scorso. Questa la sua recensione

Pagine mascagnane - invito all'ascolto
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, opera, lirica,

Pagine mascagnane - invito all'ascolto

Admin

2022-08-02 20:24

Un omaggio a Pietro Mascagni nella ricorrenza della sua morte

Ecco di seguito gli articoli pubblicati nel nostro blog Musica e Parole. Spuntando i vari anni e mesi potrete aprire il menù da cui poter accedere a tutte le risorse disponibili nella sezione. Sulla pagina Archivio storico inoltre troverete questa sezione più alcune altre risorse e link ai contenuti del sito

I 10 articoli più letti

Come creare un sito web con Flazio