music-1521122.jpeg

ATTENZIONE

Questo sito fa uso esclusivamente di cookie tecnici, ma alcune applicazioni possono prevedere cookie di terze parti.

Proseguendo nella navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookie. I dati forniti in questo form saranno tenuti segreti dal titolare del sito e non inviati per nessun motivo a terze parti, anche agli stessi componenti della redazione, senza il consenso dell'interessato. I dati raccolti grazie a questo form non saranno ceduti a terzi nè verranno utilizzati per scopi diversi da quello esclusivo dichiarato dal sito. La redazione si riserva di non rispondere a messaggi di carattere commerciale o che non sono attinenti alla natura del sito. Cliccando sul pulsante "Invia" si autorizza automaticamente il sito musicainopera.com a trattare i dati personali come descritto in questo avviso. Questo secondo la norme vigenti in tema della tutela dei dati personali e della privacy. Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy e informativa cookie

Musica e Parole

 Parte centrale del nostro sito dove vengono pubblicati gli articoli e le interviste agli artisti, che vengono poi condivise sulla pagine del nostro gruppo Facebook, in modo da essere sempre disponibili per i nostri membri, sostenitori e appassionati del mondo della Lirica.

Al Capone: Da Re dei Gangster a Re del musical - di Loredana Atzei

2023-02-04 15:24

Loredana Atzei

Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, musica, recensione, alagna,

Al Capone: Da Re dei Gangster a Re del musical - di Loredana Atzei

Successo a Parigi per il musical "Al Capone" che vede il tenore Roberto Alagna come protagonista. Recensione della nostra inviata Loredana Atzei

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 28 Gennaio 2023 è la data tanto attesa della prima assoluta di Al Capone.

Il musical inizia da subito a pieno ritmo con ben due recite: una pomeridiana alla 16:00 e una serale alle 20:00, con solo un breve intervallo per i tecnici e per gli artisti.

Il tempo di far calare il sipario, tra gli applausi scroscianti del pubblico, rimontare lo spettacolo dall’inizio e ritornare in scena per far rivivere la Chicago degli anni ’30 in un tripudio di colori, balli, splendide donnine ammiccanti con pettinature a caschetto e abiti succinti, e gangster dallo stile impeccabile e dagli sguardi d’acciaio.

 

L’aria che si respira entrando a le Folies Bergère è carica di un’ aspettativa che non viene delusa.

Il grande Teatro storico accoglie gli spettatori in una sala ricca di specchi, decorazioni art-nouveau, piume di struzzo e lustrini che rievocano la Belle-epoque.

E dalla Belle epoque alla Chicago degli anni del proibizionismo il passo è molto breve.

Basta incamminarsi verso il fondo della sala, oltrepassare la porta che da accesso al teatro vero e proprio e aspettare che i morbidi drappi rossi del sipario si sollevino.

 

Immediatamente si viene avvolti da affascinanti giochi d’ombre che illuminano i vicoli tetri della notte cittadina.

La musica invade la sala.

Dal fondo del palco avanza verso il pubblico un uomo in gessato blu, Borsalino bianco sulla testa e un’aria da duro.

La mano scorre sul viso dove una lunga cicatrice gli squarcia la guancia sinistra da parte a parte, senza minarne il fascino ma lasciandogli una ferita mai rimarginata nell’animo e un sopranome che odia: Scarface.

 

E’ Roberto Alagna ad incarnare perfettamente Snorky, come lo chiamano gli amici più intimi, ossia elegantone. La sua imponenza sulla scena è così maestosa, e l’aderenza al mito così vivida, da far partire il primo applauso caloroso del pubblico.

Applausi che poi si susseguiranno per tutti durante l’intero spettacolo.

 

L’uomo con gesti rituali si accende un sigaro e, avvolto dal fumo e da una melodia nostalgica, si ritrova davanti a un se stesso più giovane.

In quella tragica sera in cui un rasoio gli scrisse il destino sul volto.

 

Lo spettacolo Musicale di Jeanne-Felix Lalanne, autore e compositore dell’ opera, prodotto da Jean-Marc Dumontet e con la direzione artistica di Jean-Marc Ghanassia, mantiene tutte le promesse potendo contare innanzitutto su un impianto musicale di grande spessore, brani che richiedono voci importanti e grandi doti interpretative.

L’orchestra diretta da Philippe Gouadin si cimenta in un viaggio di oltre due ore che attraversa i generi.

Si passa da brani con influssi Jazz ai ritmi scatenati del boogie woogie. Dai duetti amorosi in stile pop alle note commoventi del canto italiano, fino alle cadenze sincopate del be-bop. Il tutto amalgamato con cura a sorreggere uno spettacolo che non ha mai cedimenti.

 

La produzione si avvale di un gruppo affiatato di grandissimi professionisti.

Le belle scene di Jean-Louis Grinda sono rese vive da un complesso gioco di luci, curato da Laurent Castaingt, che garantisce uno spettacolo dinamico e che ci riporta con grande intensità alle atmosfere dell’epoca.

Completano il quadro i decori di Éric Chevalier, le divertenti e acrobatiche coreografie di Caroline Roëlands, e gli splendidi costumi di David Belugou dalla linea ricca di stile e dai colori vivaci.

 

E poi c’è un cast d’eccezione a garantirne la riuscita.

A cominciare da Roberto Alagna che veste i panni di Al Capone con eleganza e il giusto piglio. Sempre in perfetto equilibrio tra bene e male dipinge un personaggio controverso ma mai stereotipato.

Il cantante lirico al suo debutto nel musical non è nuovo al repertorio tradizionale, e alla musica pop.

Generi con cui si trova perfettamente a suo agio e che fanno di lui un’artista eclettico con una vocalità duttile in grado di affrontare qualsiasi repertorio con gli stessi straordinari risultati.

Nel passaggio dall’impostazione lirica al canto confidenziale e popolare mantiene inalterata la freschezza, il fascino e le attrattive vocali.

Anzi, le ammanta di nuove e seducenti sfumature.

Le sue capacità recitative sono ben note così come la capacità di trasfigurare nel personaggio che interpreta.

E qui non fa eccezione.

Il suo sguardo, da attore consumato, è capace di cambiare in modo repentino.

Racconta una giornalista che gli occhi di Al Capone erano grigi ma vi era in essi un bagliore, come quelli di una tigre, capace di terrorizzare l’interlocutore.

Gli occhi di Alagna sono azzurri ma, quando serve, hanno la stessa luce.

 

E lo sa bene il suo mortale nemico, il Federale Eliot Ness che ha la voce virile e avvolgente del cantante Canadese Bruno Pelletier, artista poliedrico, musicista e cantante apprezzato, capace di spaziare dal Rock al Jazz e interprete abituale di musical.

Le caratteristiche vocali di Pellettier, dotato di un timbro scuro passionale, e le sue doti attoriali fanno di lui un ottimo avversario da contrapporre ad Al Capone in duetti che hanno il sapore di un duello all’ultima nota.

All’ultima occhiata di sfida.

Il suo unico scopo è quello far trionfare la Legge a Chicago mettendo dietro le sbarre Al Capone, ma fa l’errore di innamorarsi di sua sorella Rita.

 

Rita è interpretata da Kaïna Blada, giovane attrice e cantante dalla voce sopranile limpida, dolce e melodiosa. Il timbro è chiaro e l’interpretazione ricca di colori.

Arriva all’improvviso da New York per comunicare ad Al la morte del padre.

Lui è distrutto dalla notizia e dalla responsabilità verso la sua famiglia. Fruga nel passato a cercare i ricordi d’infanzia con i fratelli.

Quei bambini di strada che rivivono come ombre del passato in un vecchio filmato in bianco e nero, mentre l’orchestra attacca il brano “Raccontami”, di Davide Esposito su musiche di Jean-Felix Lalanne.

Il testo è toccante e mette in luce l’aspetto umano di Al Capone.

La musica riporta ai canti tradizionali italiani con quel sapore nostalgico venato di malinconia.

La voce di Alagna si sposa magnificamente con questi suoni accarezzando le parole con un’interpretazione intensa.

Un ritorno al passato, misto a dolcezza e sofferenza, che condivide con Rita e suo fratello Frank.

 

Frank è il fratello che lo vede come un eroe ed è sempre in cerca della sua approvazione.

E’ interpretato dall’ ottimo Thomas Boissy, cantautore dalla recitazione spontanea e dotato di una voce dal timbro caldo e carezzevole, che nel brano “L’ ombre de mon frere” da un’interpretazione straziante di quell’amore fraterno deluso una volta di troppo.

 

E poi c’è lei Anggun nel ruolo di Lili, la star del night club e la donna del Boss. Bellissima, sexy, deliziosamente avida ma in fondo al cuore generosa e profondamente innamorata di Al Capone.

La cantante unisce alla voce sensuale movenze da star del cinema, esibendosi anche in scene di ballo e dando dimostrazione così di essere un’artista di musical completa.

Che sia ricoperta di perline rosse o avvolta da sontuosi abiti aderenti è sempre strepitosa.

La cantante catalizza l’attenzione come una calamita e sprigiona una simpatia immediata.

E’ la donna del boss sempre pronta a stare dalla sua parte.

 

Ed è pronta a riceverlo tra le sue braccia anche nella notte di San Valentino.

“Quella” notte di San Valentino.

Notte di amore per molti, ma non per tutti.

Non per Al Capone.

Non per i suoi uomini travestiti da poliziotti.

E non per gli scagnozzi di Bugs Moran ai quale decide di mandare un messaggio calibro 45 consegnato a mano attraverso la canna di numerosi mitra Thompson:

l’arma più iconica della malavita, nota con numerosi soprannomi, da “Typewriter” a “Il ragioniere”, e che si guadagna anche uno spazio tutto suo nel musical con il brano “ Machine gun”.

 

Al Capone, in una scena esteticamente potente, volge le spalle al pubblico e, portando il braccio armato verso l’alto, da il segnale convenuto.

Le sventagliate di mitra che ne seguono, a ritmo perfetto con la musica de “La nuit de la mort” , sono un vero colpo di genio.

 

In poche parole il musical “Al Capone” è una storia d’amore che scorre con la fluidità di un film a metà strada tra “Gli intoccabili” e “Dick Tracy”.

Una sorta di West side story ambientato nel South side di Chicago che si rivela musicalmente e visivamente affascinante, eccitante, adrenalinico e commovente.

 

Uno spettacolo che alla fine dei conti sa divertire ed emozionare.

E quando Al Capone ha il “Ragioniere” in mano ci si può scommettere che i conti tornano tutti.

di Loredana Atzei

 

Photo credit: Laura Gilli

roberto-(c)-lauragilli---11.jpeg
roberto-(c)-lauragilli---5.jpeg
alcapone---filage2-(c)-lauragilli-345.jpeg
alcapone--filage1-(c)-lauragilli-254.jpeg
blogmusica-e-parole

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa
News, Curiosità, Teatro, news, teatro, prosa,

Don Giovanni - spettacolo in prosa irriverente in scena allo spazio Balabìott di Pisa

Admin

2024-04-12 03:41

Sabato 13 e domenica 14 in scena allo spazio Balabìott di Pisa la rilettura in prosa di Don Giovanni di Annalisa Pardi

Musicologia generale, Interviste artisti, Curiosità, opera, intervista,

"Le Interviste del Loggione" 2024 - Intervista al M° Panico e al M° Samale - Serie "Musica contemporanea"

Admin

2024-04-11 23:32

L'intervista al M° Mariano Panico e al M° Nicola Samale per Le Interviste del Loggione 2024

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Danielle De Niese, dal Barocco a Broadway - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-04-03 23:46

La recensione di Kevin De Sabbata del bel concerto di Danielle De Niese alla Symphony Hall. Buona lettura

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Nabucco al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-29 02:08

La recensione del Nabucco in scena al Teatro Verdi di Trieste. A cura di Gianluca Macovez

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024
News, Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, news, Curiosità,

Ascolti per la Settimana Santa di Pasqua - Anno 2024

Admin

2024-03-27 03:16

Il consueto articolo pasquale per farvi gli auguri in musica, Buona Pasqua a tutti!

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il
News, Curiosità, opera, premio,

Al soprano Donata D'Annunzio Lombardi il "Premio Donna è Lirica" 2024. Stasera la premiazione

Admin

2024-03-23 17:43

.    Edizione speciale del Premio Donna È 2024 a Casciana Terme; quest’anno l’ Associazione Idee in Movimento (tutta al femminile) compie 20 anni.Un p

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata
News, Curiosità, opera, news,

Il soprano Danielle de Niese questa settimana in concerto a Birmingham - di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-20 01:58

Il nostro corrispondente dall'Inghilterra Kevin De Sabbata ci invita ad assistere a un importante concerto del soprano Danielle de Niese vicino a Londra

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale
News, Curiosità, opera, lirica, concorso,

Al via le iscrizioni per il 21° Concorso internazionale "Luigi Zanuccoli"

Admin

2024-03-18 12:13

Da alcuni giorni è possibile iscriversi al 21° concorso internazionale L. Zanuccoli. Presidente di giuria il baritono Bruno De Simone

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Curiosità, musica, musicologia,

Gli ottant'anni di Sir Karl Jenkins - Articolo di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2024-03-16 18:51

Omaggio del nostro collaboratore Kevin De Sabbata a uno dei più grandi compositori del nostro tempo

Un'applauditissima
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Un'applauditissima "Ariadne auf Naxos" al Verdi di Trieste - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-03-03 01:31

Successo della Arianna a Nasso di Strauss presso il Teatro Verdi di Trieste - recensione di Gianluca Macovez

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Première dell'opera Justice di Hèctor Para al Grand Théâtre di Ginevra - Recensione di Antonio Indaco

Antonio Indaco

2024-02-09 23:02

La recensione del nostro corrispondente Antonio Indaco della prima rappresentazione assoluta dell'opera Justice di Para a Ginevra

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Anna Bolena a Trieste: un incontro di grandi voci - Recensione di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2024-02-02 02:46

La recensione di Gianluca Macovez dell'Anna Bolena al Verdi di Trieste

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Il Barbiere di Siviglia a Tempio Pausania - Recensione di Loredana Atzei

Loredana Atzei

2023-12-28 12:50

La nostra corrispondente Loredana Atzei ci parla del successo ottenuto dalla ripresa di Barbiere di Siviglia andata in scena al Teatro di Tempio Pausania

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)
News, Musicologia generale, Curiosità, musica, news,

Tantissimi auguri di buone feste... in Musica (anno 2023)

Admin

2023-12-23 13:04

I tradizionali auguri in musica del gruppo L'Opera Lirica dal Loggione & Musica in Opera. Buone feste a tutti!!!!

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien
News, Musicologia generale, Curiosità, news, concerto,

Concerto di San Silvestro al Giovanni da Udine con la Strauss Festival Orchester Wien

Admin

2023-12-22 19:43

Concerto di San Silvestro al Teatro di Udine. Solista il soprano Yutong Shen.

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi
News, Musicologia generale, Teatro, Recensioni, opera, news, film,

Dodici anni dopo di Menicagli, il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film - di Fulvio Venturi

Fulvio Venturi

2023-12-22 19:25

Il sequel di Cavalleria Rusticana diventa un film, che è stato proiettato con successo in anteprima a Livorno. Ce ne parla Fulvio Venturi

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, concerto,

‘Parole di Donne’ a Londra con Natalie Dessay - Recensione di Kevin De Sabbata

Kevin De Sabbata

2023-12-10 16:26

Bellissimo intimo concerto del grande soprano Natalie Dessay a Londra. Ce ne parla il nostro inviato Kevin De Sabbata

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche alla Fondazione Cerratelli
News, Curiosità, opera, news,

Al baritono Alessandro Luongo il Premio Speciale 2023 al 67° Premio Letterario Pisa. Un riconoscimento anche

Admin

2023-11-17 20:55

Premio Speciale al baritono Alessandro Luongo, riconoscimenti importanti anche per la Fondazione Cerratelli e allo storico Fulvio Venturi al 67° Premio Pisa

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez
Musicologia generale, Storia della Lirica, Recensioni, opera, recensione,

I cent'anni di Victoria de los Angeles - di Gianluca Macovez

Gianluca Macovez

2023-11-04 01:55

I cento anni della nascita del grande soprano Victoria de los angeles celebrati al Teatro di Udine. Resoconto di Gianluca Macovez

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata
Musicologia generale, Curiosità, Recensioni, opera, recensione,

Iolanthe di Arthur Sullivan alla English National Opera - Recensione di Kevin De Sabbata

Admin

2023-10-21 01:52

Successo per il collaudato spettacolo che è stato riproposto alla ENO con alcuni particolari che rimandano all'attualità. Il nostro inviato Kevin De Sabbata

Ecco di seguito gli articoli pubblicati nel nostro blog Musica e Parole. Spuntando i vari anni e mesi potrete aprire il menù da cui poter accedere a tutte le risorse disponibili nella sezione. Sulla pagina Archivio storico inoltre troverete questa sezione più alcune altre risorse e link ai contenuti del sito

I 10 articoli più letti

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder